Crea sito

Umbria, abbiamo svenduto dignità e lavoro. Ora basta

Umbria, abbiamo svenduto dignità e lavoro. Ora basta

crisi-aziendali-agea-umbria-m5s-grillo.jpgdi Laura Agea, EFDD – M5S Europa

La situazione occupazionale in Umbria è drammatica. Gli imprenditori si tolgono la vita, il mondo del lavoro non è più capace di offrire dignità alle persone, nonostante sia tutt’oggi un valore su cui si dovrebbe fondare la nostra Repubblica. Abbiamo deciso di venderla, la dignità, in nome di regole finanziarie che hanno surclassato ogni cosa. Oggi viviamo dei regolamenti imposti dai falchi dell’austerità, alcune banche, la Commissione europea e la BCE. Regole che non permettono al tessuto produttivi di avere impulso per mantenere i posti di lavoro o crearne di nuovi.

Gli istituti di credito continuano a fare speculazione, invece che economia reale. Non danno più accesso al credito alle imprese, costringendole in una morsa. Siamo arrivati all’assurdo che gli imprenditori si trovano a dover scegliere se pagare gli stipendi o altri servizi essenziali al funzionamento dell’azienda. Le conseguenze sono devastanti: delocalizzazione, svalutazione dei salari e chiusura di interi settori. Uno Stato dovrebbe essere garante del proprio tessuto produttivo, esattamente il contrario di ciò che sta accadendo in Umbria dove sono a rischio altri 500 posti di lavoro. Ci stanno desertificando forzosamente.

Ci sono oggi due emergenze: i posti di lavoro che spariscono e il ricatto occupazionale. Con un certo orgoglio posso dire di essere la relatrice del report europeo sul reddito minimo garantito. Anche se in Italia ci continuano a dire che è inutile, il MoVimento 5 Stelle è convinto che agganciare il reddito minimo alle politiche del lavoro sia la strategia vincente. E non siamo gli unici a pensarlo nel Continente, tutt’altro. Stiamo parlando di misure indispensabili che abbiamo espressamente richiesto divengano vincolanti per gli Stati membri dell’UE.

Powered by WordPress | Designed by: diet | Thanks to lasik, online colleges and seo
Caricando...
Vai alla barra degli strumenti