Crea sito

Macron e la solidarietà con le frontiere degli altri

Macron e la solidarietà con le frontiere degli altri

macron_gentiloni_migranti.jpg


di Laura Ferrara
, Efdd – MoVimento 5 Stelle Europa

MIGRANTI: ACCORDO ITALIA-FRANCIA-GERMANIA” così titolavano stamattina tutti i giornali, trionfali sull’intesa raggiunta da Minniti a Parigi. Peccato che lo stile renziano non si smentisca mai, e lo schema seguito sia sempre lo stesso!

Fase 1: l’annuncio di Minniti: pugno di ferro sugli sbarchi.
Fase 2: passo indietro e proclamazione trionfale dell’intesa raggiunta.
Fase 3: la smentita. Secondo l’europeista Macron gli sbarchi si devono fare in Italia.

Insomma, “vive la Solidarité” con le frontiere degli altri.

Un copione già visto, che ricalca la sceneggiatura di Ventotene con Renzi, Merkel e Hollande, trionfali sul sodalizio raggiunto, che capitolò pochi giorni dopo col capolavoro renziano della conferenza stampa in solitaria battendo il pugno sinistro e criticando l’UE, mentre con la mano destra aveva già firmato le conclusioni in cui non si faceva cenno né alla solidarietà, né alla ripartizione delle responsabilità tra Stati membri dell’UE nella gestione dell’immigrazione.

Risultato? il contentino, alias la pacca sulla spalla: maggior impegno da parte di Francia e Germania (a parole), avanti con i ricollocamenti (ad oggi in quasi 2 anni ne hanno ricollocati circa 23.000 su 160.000). A questo punto la domanda che legittimamente sorge è: sono ancora convinti di prendere in giro gli Italiani con i titoloni dei giornali o sono davvero così ingenui da credere ancora di poter raggiungere una vera intesa con Francia e Germania?

Purtroppo mai come su questo tema non solo i Paesi del Visegrad, ma anche i Paesi più europeisti come Francia e Germania stanno mostrando il loro volto più egoista, nazionalista e cinico. La Commissione Europea chieda allora a tutti gli Stati membri di rispettare l’art.80 del trattato, che prevede equa ripartizione delle responsabilità nella gestione dell’immigrazione, sanzioni chi non lo rispetta, o il progetto europeo sarà destinato a fallire miseramente.

Powered by WordPress | Designed by: diet | Thanks to lasik, online colleges and seo
Caricando...
Vai alla barra degli strumenti